10 destinazioni uniche con vista su Merano (che sono anche facili da raggiungere)

Stai cercando le mete più belle di Merano e dintorni? Sei in ricerca di ispirazioni per la tua prossima vacanza? Qui troverai le mete più belle, facili da raggiungere, quali offrono una vista panoramica sulla nostra bellissima regione. Queste 10 destinazioni sono entrate in questo articolo, dopo di che sono state visitate personalmente da me nell’estate del 2018, soprattutto la mattina presto! Divertiti a leggere, ma anche quando visiti queste straordinarie localitá!

Le 10 destinazioni più geniali con vista su Merano

1. La chiesetta di S. Ippolito

La chiesetta di S. Ippolito fu documentata per la prima volta nel 1286, ma è certo che questo luogo unico era già utilizzato in epoca pre-cristiana, almeno questo viene suggerito da alcuni reperti del Neolitico, che possono essere ammirati nel Museo Archeologico di Bolzano. Naturalmente, ciò che valeva 4000 anni fa è ancora valido oggi: da qui, a circa 760 metri sul livello del mare avrai una vista fantastica, che si estende fino alle città di Merano e Bolzano, ma anche sulle montagne soprastanti come il Gruppo della Tessa a nord e il Catinaccio nel sud-ovest.
Anche nella stagione fredda, grazie alla posizione esposta al sole, qui prevalgono temperature piacevoli,sulle panchine intorno alla chiesa, ma anche sul prato di ormeggio c’è sempre un posto per una pausa!

chiesa santo ippolito tesimo

Come raggiungere

In auto da Merano via Lana a Tesimo, all’ingresso del paese, dopo il tunnelsi trova il parcheggio sulla destra (circa 30 minuti di guida in tutto). Da lì inizia il sentiero per la chiesetta, che può essere raggiunta a piedi in circa 25-30 minuti.

2. Il Cinema Natura Knottnkino

Giustamente una delle mete più famose di Merano e dintorni: Sul Rotsteinknott, un’enorme roccia di porfido tra Avelengo e Verano, l’artista Franz Messner ha creato e installato per conto dell’associazione turistica trenta poltrone da cinema originali (pieghevoli) in legno di larice. Qui puoi metterti comodo e provare una sensazione cinematografica in mezzo alla natura. La tela è sostituita dal magnifico paesaggio che domina la valle dell’Adige con i paesi di Nalles, Lana, Marlengo, Parcines Merano e la bassa Val Venosta. L’azione, d’altra parte, viene creata dalle condizioni di luce mutevoli, formazioni di nuvole e viste sulle montagne della regione, quali arrivano fino a 3000 metri sul livello del mare.

cinema natura knottnkino

Come raggiungere

In auto da Merano via Aelengo in direzione di Verano fino al parcheggio del Gasthaus Alpenrose (circa 25 minuti in auto). Da lì inizia il sentiero per Knottnkino, il tempo a piedi è di circa 45 minuti.

3. La chiesa di S. Apollonia

Come tutte le chiese nei punti panoramici unici a Merano, anche questa chiesa risale a tempi immemorabili. Costruito tra il dodicesimo e il tredicesimo secolo dC, il portale è ancora conservato in pietra arenaria risalente al XV secolo. Questa piccola chiesa si trova sopra Sirmian e Nalles, nel punto più settentrionale della Terra di Merano. La zona era già abitata sin dall’età del bronzo e offriva protezione dalla palude, che in quel periodo prevaleva nella Valle dell’Adige. Alcuni posti a sedere e aree di sosta attorno alla chiesa offrono un posto ideale sotto il sole e aprono la vista sulla Valle dell’Adige e su Terlano, così come il bacino della valle di Merano e il bacino di Bolzano.

chiesetta appolonia

Come raggiungere

In auto da Merano a Nalles, poi via Sirmian seguire le indicazioni per “Appolonia”. Appena sotto la chiesa c’è un ampio parcheggio e il ristorante Appolonia, che detiene la chiave della chiesa per chi vuole visitarla.

4. La strada del Passo del Rombo

La famosa strada alpina collega l’Ötztal austriaca con la Val Passiria. A seconda delle condizioni meteorologiche e della altezza della neve, la strada viene aperto a maggio / giugno e quindi rimane percorribile fino alla prima grande nevicata in autunno. Il viaggio sulla tortuosa e affascinante strada del Passo, che porta fino a 2500 metri sul livello del mare, è considerata una grande esperienza per gli appassionati di auto e moto, come una sfida per i ciclisti. Per diversi anni, la strada è stata arrichita con installazioni e punti di vista panoramici. Così, sul versante sudtirolese, è stato recentemente creato il “telescopio”, che si concentra sul Granatkogel e sulla Hohe First con i suoi due orientamenti. Immediatamente ti sentirai trasportato nello scenario delle montagne della Valle della Passiria!

passo rombo telescopio

Come raggiungere

In auto attraverso la Val Passiria fino a Moso in Passiria, dove inizia la strada (ben segnalata). Il telescopio si trova nell’area non ancora a pedaggio direttamente sulla strada sotto il passo, se vieni da Merano. Si raccomanda di continuare fino al valico di confine dove si trova un museo e un altro punto di vista. Il pedaggio è  di € 16 per auto.

5. La Chiesetta di Santa Caterina

Anche qui, i nostri antenati nel 12 ° secolo probabilmente sapevano molto bene quali sono i luoghi più belli della regione. La chiesa di St. Kathrein si trova molto vicino alla transizione tra la cresta del monte di Avelengo e il bacino di Merano. Probabilmente la chiesa più visitata della regione, oggi è un luogo popolare per escursioni brevi, ma anche per le cerimonie nuziali. Con la possente vetta del Monte Ivigna alle spalle qui puoi godere di una vista mozzafiato sulla città di Merano e sulle montagne circostanti. Ci sono molte panchine proprio sulle pareti esterne della chiesa dove, dopo aver goduto la vista, ti puoi riposare al sole.

chiesetta santa caterina avelengo

Come raggiungere

In auto da Merano ad Avelengo, prima del paese di Avelengo, dopo il tunnel, girare a sinistra per Hotel Sulfner. (Ampio parcheggio disponibile). In alternativa, cammina sul sentiero n. 2 da Schloss Rametz a Obermais (circa 880 hm, 2,5 ore)

6. Castel Monteleone sul sentiero d'acqua di Marlengo

Ecco un suggerimento per le ore più belle della giornata: l’alba e il tramonto. Il sentiero d’acqua di Marlengo è senza dubbio la roggia con il maggior numero di viste panoramiche e quindi abbastanza sovraffollato durante il giorno. Al mattino, così come la sera, qui la vita riposa e il sentiero d’acqua rivela tutta la sua bellezza nella luce soffusa, soprattutto se ti trovi nella sua estremità settentrionale sopra Cermes, vicino a Castel Monteleone. Il castello ospita un museo da visitare, nelle vicinanze si trova la famoso osteria contadina Haidenhof.

castel monteleone

Come raggiungere

In auto da Merano a Marlengo, seguire le indicazioni per sentiero d’acqua, dove troverai un ampio parcheggio.

7. Il cesto di osservazione ai Masi della Muta sopra Tirolo

I ripidi prati di montagna dei Masi della Muta sopra Tirolo sono visibili per tutti, sia dalla valle che dalle montagne circostanti. Quindi era solo una questione di tempo prima che venisse creato una piattaforma panoramica. Come ricordo del duro lavoro dei contadini sui ripidi prati di montagna, un cesto di osservazione è stato installato proprio sotto la Gasthaus Steinegg. Un cesto? Sì, perché é con i cestini che il fieno veniva portato dai prati al fienile. Così, i magnifici Masi, noti come punto di partenza per le escursioni sulla alta via di Merano e sui laghi di Sopranes offrona adesso anche questa attrazione unica! Dal cesto di osservazione, non solo puoi goderti la vista completamente libera di Merano e dell’area circostante, ma ci sono anche due telescopi, in cui vengono visualizzate le informazioni su ciò che stai guardando.

Come raggiungere

Da Tirolo con la funivia Hochmuth ai Masi delle Muta. Dalla stazione a monte è necessario superare alcuni gradini ripidi verso il Gasthof Steinegg, dove si trova il cesto.

8. La chiesa di San Vigilio

Da tempo immemorabile, Monte San Viglio soopra Merano é una zona parecchio visitata. Questo dimostrano diversi reperti che risalgono all’età della pietra, ma anche il fatto che qui nel 1912 fu costruita la seconda funivia d’Europa. Paradiso escursionistico, stazione sciistica, ma anche residenza estiva di molti cittadini benestanti di Merano ed eponimo per il rinomato Hotel Vigilius (direttamente presso la stazione a monte della funivia), il Minte San Vigilio ha molte facce. Tuttavia, in qualche modo tutto ruota attorno alla mistica chiesetta di San Vigilio che secondo la leggenda fu costruita nell’XI secolo su un santuario preistorico. Oggi la chiesa è una destinazione escursionistica, luogo di riposo e punto panoramico in uno, intorno alla chiesa ci sono molti posti nel prato circostante dove è possibile sistemarsi con un picnic per godersi il panorama.

chiesetta san vigilio

Come raggiungere

In auto a Lana. Da lì prendere la funivia San Vigilio. Da lì a piedi o in alternativa con la seggiovia singola. Dalla seggiovia sono circa 20 minuti a piedi fino alla chiesetta.

9. La Torre delle Polveri di Merano

La destinazione per gente spontanea che si trova nella città di Merano. Perché? Perché la Torre delle Polveri è veloce e facile da raggiungere e la vista da qui sulla città vecchia è semplicemente fantastica, quasi intima! In realtà, quella che era la Torre delle Polveri oggi era la fortezza di un castello che custodiva la città. Dopo un incendio nel Medioevo, questo non fu più ricostruito e il suo mastio fu trasformato in deposito di munizioni durante la Guerra dei Trent’anni, da cui il nome attuale. Direttamente vicino torre delle polveri c’è un piccolo ed accogliente chiosco, che si è fatto un buon nome con piatti piccoli e freschi aperitivi.

vista torre delle polveri merano

Come raggiungere

La torre delle Polveri si trova direttamente sulla passegiata Tappeiner e può essere raggiunto dalla Gola della Gilf e le Passeggiate

10. Il paese di montagna Riolangundo

La frazione di Riolagunfo appartiene infatti al comune di Lagundo, ma è geograficamente già locata nella bassa Val Venosta. Di conseguenza, la vista da qui non si estende su Merano, ma verso la Val Venosta e il gruppo dell’Ortles, di fronte si trova il vasto Gruppo della Tessa con i suoi picchi alti fino a 3300 metri. Appena fuori dalla piccola frazione si trova la famosa chiesa di Maria nella neve, costruita nel 1695 su una piccola collina. Da cui si gode la migliore vista dei dintorni.
Riolagundo è anche considerata una destinazione ideale per le sue molte possibilità di escursioni sul Monte San Vigilio e alla Malga di Naturno

vista torre delle polveri merano

Come raggiungere

È possibile raggiungere Riolagundo in auto da Merano via Rablà, dove si trova la stazione a valle della funivia, che ti porta comodamente sulla montagna. In alternativa è possibile raggiungere Riolagundo direttamente in auto attraverso la stretta strada di montagna.

Creato da
Altro da Martin

Autunno a Merano- 7 consigli per il tuo autunno perfetto!

L’autunno d’oro a Merano.  Clichè? Ma no! L’autunno d’oro di Merano. Dietro...
Continua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *